Guida agli epilatori laser con sensori di contatto: modelli per caratteristiche, costi, marche

Elementi da considerare per acquistare un epilatore

La depilazione negli ultimi anni sta riscontrando molto successo potremmo dire. Un tempo infatti non erano molte donne a depilarsi determinate zone del corpo almeno, e gli uomini decidevano di non depilarsi molto. Ad oggi sia uomini che donne, sono continuamente alla ricerca dei metodi migliori per depilarsi, quasi ogni parte del corpo.

Il laser è un metodo scoperto ormai da qualche anno, e che ha riscontrato molto successo. Per coloro ce infatti hanno una pelle adatta a tale trattamento, i risultati sono davvero incredibili. Se decidiamo di usare degli epilatori da casa, quindi per uso domestico, bisogna sapere che l’epilazione non sarà mai davvero permanente. Però potremmo, spendendo tanto, avere una copertura di 6 mesi circa. Quindi pelle liscia e morbida per metà anno, risparmiando sempre di molto sulle sedute in un centro estetico.

Prestazioni della lampada: cosa sapere

Per capire se le prestazioni della lampada sono buone, bisogna concentrarsi su due fattori: lunghezza d’onda e fluenza luminosa.

La maggior parte degli epilatori per uso domestico, presentano una lunghezza d’onda emessa dalla lampada di 800 nm circa. Questo è il motivo per cui il risultato desiderato lo  otterranno solo coloro che hanno pelle chiara (fototipi chiari e medi). Non sono insomma adatti a coloro che sono abbronzati o hanno la pelle scura. In questi casi si consiglia di recarsi direttamente presso un centro estetico, per rimuovere i nostri peli con un tipo di laser differente.

La fluenza luminosa invece non è altro che l’energia con cui il bulbo viene attaccato e bruciato. Per evitare situazioni spiacevoli e controindicazioni, la fluenza luminosa degli epilatori domestici è molto bassa. Quindi, questo significa che se la nostra pelle ha bisogno di una fluenza luminosa maggiore, dovremo recarci sempre in un centro estetico.

Le funzioni dei diversi modelli

Le funzioni possono essere tante, in base al tipo di modello e al nome dell’azienda che lo produce e sono le seguenti:

Selezione dell’intesità, ovvero la maggior parte degli epilatori presenti sul mercato, da la possibilità di selezionare differenti livello o step di potenza a seconda del nostro fototipo. I livello vanno generalmente da 1 a 3, oppure da 1 a 5.

Selezione della modalità di trattamento, possiamo scegliere come rimuovere i nostri peli, ovvero per follicolo singolo, oppure con la funzione scan. Con questa funzione, grazie ad un unico impulso, possiamo agire nello stesso momento su zone di epidermide più ampie.

Segnali luminosi e segnali acustici, che cercano di guidare l’utente nell’usare correttamente l’epilatore.

Presenza del display LCD, attraverso cui si può gestire l’intero funzionamento del dispositivo che stiamo usando. Monitorare quindi i livelli di intensità, tutte le funzioni, le tecniche o opzioni per rinfrescare la pelle e così via,

Spegnimento automatizzato, ovvero il dispositivo è settato per spegnersi, per smettere di funzionare dopo che sta lavorando da circa 30 minuti.

I sensori di sicurezza

Un altro aspetto molto interessante quando parliamo di epilatori laser per uso domestico, è quello dei sistemi e sensori di sicurezza. Tramite questi i rischi del trattamento vengono abbassati di tantissimo, quasi eliminati. I sensori più frequenti sono i seguenti:

  • sensori per la tonalità della pelle, questi bloccano l’epilatore nel momento in cui la pelle è riconosciuta come non idonea al tipo di trattamento,
  • sensore di contatto con la pelle, attraverso questo tipo di sensore, gli impulsi vengono emessi in modo unidirezionale quando la superficie dell’epilatore è aderente alla nostra pelle. Questo per proteggere la nostra vista, da possibili flash del laser
  • blocco di sicurezza, esistono modelli molto sofisticati e di alto livello, i quali presentano questo blocco di sicurezza. Accade che è necessaria una sequenza specifica di tasti per far avviare il dispositivo, nel momento in cui questa sequenza è errata, il dispositivo si blocca. Oltre a bloccarsi, si spegne in modo automatico.

Marca Beurer

Del marchio Beurer potremmo trovare dei modelli che rientrano nella prima fascia di prezzo, che va dai 60 euro circa ai 100 euro più o meno. La qualità è molto buona, anche se non potremo mai avere risultati eccezionali, come quando si spendono cifre elevate. Però può essere una scelta molto buona, per rimuovere i nostri peli. Nei modelli di questo tipo, ritroviamo i sensori base, ovvero i sensori per il tipo di pelle e i sensori per il contatto con la pelle. Dermatologicamente e clinicamente testati, questi prodotti sono un buon compromesso per coloro che vogliono qualità senza spendere troppo.

Conclusione

In conclusione esistono marchi come Braun e Philips che sono di estrema qualità, alcuni modelli presentano anche il blocco di sicurezza. In questi casi dovremo essere disposti però a spendere circa 500 euro o almeno 300 euro più o meno, soprattutto nel caso di Philips.

Molto importanti sono i sensori di cui in questo articoli si è parlato, in quanto ci permettono di avere una maggiore sicurezza. Una cosa importante è fare sempre una visita antecedente che ci sappia dire se la nostra pelle è adatta a tale trattamento.

Studentessa universitaria di Filosofia, amante della scrittura, della lettura e di tutto ciò che attiene all’uomo nelle sue varie sfaccettature. Ha lavorato alla correzione di articoli a carattere culinario e scientifico, e all’editing di parte di un testo di natura filosofica.

Back to top
menu
sceltaepilatorelaser.it